IL MIO PERCORSO

RISALENDO IL FIUME

“Risalendo il fiume”. Ovvero la visione personale della realtà secondo Alex, che in questo suo primo disco del 2010 ha compiuto un viaggio per il globo, accompagnato dall’unicità della sua voce profonda, descrivendo il “suo” mondo, senza lasciare nulla all’immaginazione, ma toccando lidi in cui trasporta con sé l’ascoltatore: Mississippi, Senna e Po uniti idealmente, dal blues al jazz, da una parte all’altra dei continenti, sostando infine nelle osterie padane che ricordano la musica di Paolo Conte. Un’opera apprezzata da pubblico e critica, di cui riportiamo una serie di recensioni:

 PIER GIORGIO TEGAGNI - ITALIANISSIMA .NET

L'incontro con la musica di Alex D'Herin lascia un gusto dolce e profondo come la sua voce ed e' quanto di piu' gradito possa capitare in questa estate arida di 'nuovi suoni' che valga la pena di ricordare. 

Parlare di musica italiana diventa sempre più arduo e aleatorio vista la grande apertura alle contaminazioni che nel corso del tempo si è manifestata nella cultura musicale del nostro Paese. Questo ha portato indubbiamente la musica italiana a oltrepassare i confini del melodico e acquisire valenze rock, blues e jazz fino a originare un nuovo genere definibile come internazionale. 

Questo è quanto balza all'orecchio dopo l'ascolto del nuovo disco di Alex D'Herin, 14 brani collocabili tra la tradizione italiana e quelle blues, jazz e manouche, ben amalgamati fino a formare un'opera suggestiva e molto piacevole. 

Il viaggio in musica di Alex D'Herin unisce il Mississippi, la Senna e il Po, passando dal blues primordiale di Robert Johnson a quello scuro e sensuale contornato di funk di Albert King, attraversa poi l'oceano, dopo una breve tappa in terra latina, per conoscere il gipsy jazz di Django Reinhardt e infine mischiarsi alle atmosfere fumose delle osterie padane in compagnia di Paolo Conte. 

L'incontro con la musica di Alex D'Herin lascia un gusto dolce e profondo come la sua voce ed è quanto di più gradito possa capitare in questa estate arida di nuovi suoni che valga la pena di ricordare. 

Ogni canzone è colorata dalla voce scura e suggestiva che disegna paesaggi dagli orizzonti crepuscolari e fissa, per attimi infiniti, miti quotidiani di vita umana. Il disco gode di ottimi arrangiamenti e di notevoli performance alla chitarra di Luca Milieri e Francesco Tringali, della perizia strumentale di Ricky Genovese al pianoforte e di altri magnifici strumentisti (vedi note al cd nel booklet). 

Da ultimo non possiamo fare a meno di notare che il "..disco nasce dalla raccolta di brani e 'demo' eseguiti e confezionati in periodi che vanno dal 2007 al 2010.." ed è quindi solo l'inizio...

 

DAL GIORNALE “MUSIC CLUB” 

Molto ben fatto. Cerchiamo di capirne il perché. Si ha innanzitutto che D'Herin si sia divertito moltissimo e, cosa importante, riesca a trasmettere tale divertimento all'ascoltatore. Sublime il manierismo della voce: immaginate un timbro profondo modellato su strofe in cui l'autore parla per conto proprio: la compenetrazione è perfetta. 

Un disco dove l'ascoltatore non deve immaginare niente: D'Herin ci sbatte in faccia cosa vede e come lo vede. Sentiamo la presenza di una sensibilità amplificata, la tacita gravitazione dei paesaggi che si (con)fondono con intrecci intimi, la massiccia laconicità di un raccontare quasi d'algebrico rigore. Non quindi un disco, ma un affresco. 

Non diciamo che si tratta di una trascrizione della realtà, perché la realtà non è verbale, diciamo invece che queste composizioni importano meno della scena sensoriale che evocano, o del virile accento che sembra informarle. insomma, la musica di Alex D'Herin ci fa risalire non il fiume, ma noi stessi. 

  

 ECO DI TORINO - NEWS SPETTACOLO 

Voce calda da bluesman - un lasciapassare unico ed originale - D'Herin ha raccolto l'intensa esperienza live in "Risalendo il fiume", album-carta d'identità dell'artista, la cui commistione di generi (con il blues a fare da raccordo tra canzone d'autore, swing, jazz e pop raffinato) lo rende italiano, nella tradizione cantautorale, ed internazionale - per contenuti musicali - al tempo stesso. 

  

 BARBARA FORNERIS -FOTOGRAFA 

Policromie sonore che spaziano dalla tonalità' più' "cupa" a quella più'inebriante e scintillate al pari della  più' eclettica delle personalità' realizzando, rielaborando a distanza di un giorno e ripercorrendo le note ascoltando il CD, rivivo ciò' che e' successo su quel palco e riesco ad apprezzarlo come attraverso un amplificatore.Infinite sensazioni mi pervadono i sensi fino a quando la traccia 13 inchioda la mia pelle ad un brivido. E capisco. 

Ascoltando e riascoltandola ancora, che questa musica, ogni nota, ogni singola parola, va ad aprire sensi, ad accendere emozioni: si muove a far vibrare le corde più' intime di un'anima." 

  

STEFANO TAMAGNONE -CRONACA QUI- 

Dolce e ruvida, fumosa e graffiante. La voce di Alex D’Herin è come le vite che racconta. Vite che diventano musica, canzoni, e invitano chi ascolta a lasciarsi trasportare in un viaggio che va oltre il tempo.... Quattordici brani che il cantautore di Venaria ha raccolto nel suo ultimo cd, “Risalendo il fiume”. Si parte dal Po, dove risuonano gli echi dei grandi cantautori italiani, si attraversano la Senna e ritmi manouche, e si arriva al Mississipi, accompagnati dai mostri sacri del jazz e del blues. 

  

 RADIOINPODCAST-RIP

La prima cosa che lascia piacevolmente colpiti è la sua voce; una timbrica così bassa, graffiante e vibrante. A Fred Buscaglione piacerebbe sicuramente!Un pezzo dietro l’altro, senza sosta. 

Una canzone più piacevole dell’altra. Il genere? Beh, direi che non c’è un genere solo nel CD. Potrei parlarvi di blues, di swing, di ska, di folk, di rock,  e credo non sbaglierei mai. Ci sono anche tanti sapori mischiati (gitani e stranieri in genere), tutti ottimi conviventi. 

Il suo genere è la sua VOCE, che veste perfettamente ogni tipo di musica.  Sebbene questo fattore sia la cosa più immediata che arrivi alle nostre orecchie, e che colpisce, non mi sono fermato alle apparenze e sono andato oltre, ascoltando e leggendo i testi. Sono sempre molto attento a quello che scrive un autore, perché di musiche interessanti ce ne sono in giro ma di testi non banali pochi.Di sicuro tra i CD migliori che ho ascoltato nel 2010. Vorrei precisare che musica e testi sono di Alex, ma non solo: produzione artistica ed esecutiva, arrangiamenti e altro. Tanto di cappello per il risultato ottenuto quindi: una produzione che non ha nulla da invidiare a quelle “sponsorizzate” da major ed altro. 

 

COLLABORAZIONI

 

Alex vanta una collaborazione con Sergio Caputo, di cui ha aperto i concerti nel 2010, sulla scia del successo del disco “Risalendo il Fiume”.Nel 2009 ha scritto per la cantante Giulia Rosano il brano “Libera di amare”.Nel 2011 ha curato la realizzazione in veste di autore dei testi, della musica, arrangiamenti, supervisione e produzione artistica, della cantante italo-tedesca Mary Liz K. Nel 2012 scrive la musica del brano del crooner Matteo Brancaleoni “Secret Love”Nel 2013 firma la canzone “M’innamoro di te”, interpretato  dalla cantante Chiara Scibona, in gara al Festival di Castrocaro.

 

Collaborazioni On Stage & Studio

Luca Allievi  Guitar

Fabrizio Roperti Piano & Key

Andrea Roletto Guitar

Gabriele Bianchini Bass

Daniele Protano Drums

Francesco Tringali Guitar

Luca Milieri  Guitars

Edoardo Converso Bass

Gianpaolo Petrini  Batteria

Ricky Genovese  Piano & Key

Claudio Bonade' Sax

Alessandro Riva Fisa & Key

Corrado Vergano Percussioni

Luca Merlatti Bass & Double Bass

Marco Carlino   Bass

Andrea Mario Chircoff  Drums

Gabriele Biei Trombone

Simone Arlorio Sax

Diego Vassarot  Tromba

Mario Ruggirello  Fisarmonica

Carlo Miori  Fisarmonica

Fabrizio Casciola Drums

Andrea Steffenel  Piano

Andrea Dani Sax

 

Ho Anche Avuto L'onore Di Poter Suonare , Cantare E Lavorare Con:

 Sergio Caputo (Ospite)

Edu Hebling (On Stage)

Paolo Vianello (On Stage)

Giulio Visibelli (On Stage)

Mauro Beggio (On Stage)

Matteo Brancaleoni (Ospite )

Fabio Maggioni (Rec Studio)

Fabio Cubisino E Margaret (Indie Rock, Arrangiamenti)

Southern Stell (Pianista)

Giampaolo Salice (On Stage)

Simona Rodano (Studio)

Diego Casale (Attore e Cabarettista de i Mammuth) 

Maria Russel (Cantante)

Diego Riviera (Poeta)

Marcello Capra (Musicista) 

Tiziano Lamberti (Musicista)

Fanali di Scorta/Daniele Chiarella (guitar)

Dani Galenda (Musicista, arrangiatore, fonico)

Carlo Miori (Musicista, arrangiatore, fonico)

Gianluca Castelli (Pianista)

Denis Riviera (Poeta)

E Tanti Altri

 

ALCUNI LUOGHI ED EVENTI DOVE MI SONO ESIBITO

Oltre 250 live event con la sua canzone d'autore, Alex si e' esibito in diversi contesti, alcuni dei quali: 

CANALE 5, ITALIA 1, RADIO UNO RAI, REGGIA DI VENARIA (TO) REALE, FNAC (TO), HIROSHIMA MON AMOUR (TO), SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO, TEATRO DELLA CONCORDIA VENARIA (TO), PREMI LETTERARI , FESTA DELLA MUSICA E DELLA CULTURA RIVOLI (TO) ,  TEATRO COLOSSEO (TO), TEATRO GIOELLO, FESTIVAL CONTRO CASTAGNOLE DELLE LANZE (AT), CIRCOLO SOCIALE BIELLA , MAGAZZINO DI GILGAMESH (TO), FABRIK (TO), MAISON MUSIQUE RIVOLI (TO), EATALY(TO), TEATRO A VENTO (TO), CAFFE' LERI (TO), TEATRO SERENISSIMO CAMBIANO (TO), TEATRO DI FIANO (TO), TEATRO AUDITORIUM-GRUGLIASCO-(TO),  IL MAGLIO (TO)( , BIBLIOTECA TANCREDI MILONE VENARIA (TO) , TEATRO DEL POI -BRA (CN),  e moltissimi altre.

Inoltre si e' esibito i numerosissimi locali, radio e televisioni, music club, manifestazioni, sfilate, feste, eventi, televisioni,  piazze, eventi culturali, contest letterali, contest poetici e molti eventi benefici di diversa estrazione.

 

CURIOSITA'